Startseite

  • Locandina

  • Giornale

  • Consiglio di lettura

  • Nuove pubblicazioni

  • Attualità

  • Festivals

Contribuire

Vorrebbe che il Suo sito appaia nell’indice di ricerca?

E autore/autrice o editore/editrice o ha un progetto di libro o di pubblicazione?

LiteraturSchweiz

Impostazioni

Locandina

17.30
Lesezirkel: Joseph Conrad – Jugend
Sonja Osterwalder
Literaturhaus Zürich
Zürich

Locandina

28-06-2017
Text und Komposition
Heiner Goebbels
Literaturhaus Zürich
Zürich

Locandina

28-06-2017
Cinéculture - Film und Lesung
Kultur-Ladu
Kinosaal Capitol Brig
Brig

Locandina

29-06-2017
Frischs Fiche und andere Geschichten aus dem kalte…
Rémi Jaccard, Philip Sippel
Museum Strauhof
Zürich

Giornale

Bookfinder: LitteratureSuisse rend hommage à la journée mondiale du livre 2016 en proposant un service bien particulier: le chercheur de livres. En cliquant six fois seulement, vous indiquez vos préférences, et le chercheur de livres trouvera le livre suisse qui vous convient. Vous pouvez consulter le chercheur de livres pour vous-même, ou pour des amis ou connaissances à qui vous souhaitez offrir un livre. Pour acheter les livres qui vous seront recommandés, vous pourrez vous rendre à la librairie de votre choix ou les commander directement en ligne, auprès de fournisseurs externes.  

Giornale

Zugrunde gerichtet: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 26

Giornale

Bücher zum Fressen (und Trinken): Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 25

Giornale

Die Freiheit des Autors: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 24

Giornale

Mitteilungen: Bewerbungsfristen für Double-Literaturplattform

Giornale

Zensur und Irrtum II – Sperma oder Spema?: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 23

Giornale

Mitteilungen: SIKJM-Jahrestagung 2017

Consiglio di lettura

Claudia Quadri, Suona, Nora Blume:

Consiglio di lettura

Peter Weber, Il mago del tempo: Il Toggenburgo, Zurigo, il lago e la stazione centrale. E poi un giovane protagonista con un orecchio per i dialetti e le leggende locali e che racconta un sacco di frottole senza nemmeno battere ciglio: Quando nel 1993 è uscito il romanzo di Weber «Der Wettermacher» (titolo della traduzione italiana die Palma Severi: «Il mago del tempo»), il mondo dell’editoria ha trattenuto il respiro. Rileggendolo dopo dodici anni dobbiamo ammettere che per una volta la maggioranza aveva ragione. August Abraham Abderhalden, l’eroe di quest’opera prima dallo stile così sfacciatamente sicuro, si è meritato un posto nella hall of fame dei protagonisti di romanzi. Tra ricerca di sé e spiegazione del mondo, questo trasformista della lingua da il meglio di sé. Intelligentemente orchestrate, le sue tracce si muovono tra città e campagna, negli abissi degli anni ‘80.  Ciò che è proverbialmente vero per il tempo, in questo caso lo è anche per lo stile: "fa quello che vuole". E lo stesso autore, con la sua fantasia esuberante, riesce a mantenere l’equilibrio nonostante gli ampi salti: dagli etruschi fino alla ‘Svizzera americana’ delle piscine e delle stazioni di servizio, tra asfalto e molassa. Weber reinventa la spiegazione del mondo, e lo fa con una tale arguzia, che già dopo poche pagine saremmo pronti a seguirlo fino in capo mondo, o meglio, fino alla valle del Toggenburgo. (Michel Mettler)

Consiglio di lettura

Thomas Sandoz, Même en terre: «Mai abbandonare un bambino, nemmeno sottoterra». Questa massima di fedeltà accompagna l'affascinante racconto di Thomas Sandoz. L'uomo, precocemente, invecchiato è giardiniere in un cimitero. Cura i fiori che ornano le tombe, coltiva scrupolosamente il ricordo dei bambini morti e troppo presto dimenticati dai vivi. Con lentezza, seguendo i gesti ritualizzati del giardiniere, la lingua poetica dell'autore respira la solennità dei luoghi, ci chiama al rispetto e al raccoglimento. Ma la devozione del personaggio assume progressivamente contorni inquietanti. Il giardiniere elabora il suo «progetto»: dissotterrare i bambini per non separarsene mai più. Il racconto segue il suo protagonista nella sua follia; il risultato è di una bellezza perturbante. «Même en terre» si occupa in modo molto intenso del nostro rapporto con la morte. Di fronte a chi non sa più fermarsi un istante per curare i propri morti ed è pronto a trasformare il cimitero in un progetto immobiliare, la sola risposta possibile – anch'essa patologia – sembra essere l'atto di profanazione del giardiniere.

Nuove pubblicazioni

Dumenic Andry: Sablun. Chasa Editura Rumantscha.

Nuove pubblicazioni

Silvia Götschi: Muotathal. Emons Verlag.

Attualità

SRF Literatur RSS: Ein gefallener Mann lernt wieder gehen

lit21: Blogs als Literaturvermittler? Dreimal Treibgut

lit21: Sie hat sich nicht täuschen können

lit21: Frankfurter Lyriktage II

lit21: Münde! Peene! Münde!

Festivals

22. Internationales Literaturfestival Leukerbad

Tage der deutschsprachigen Literatur, Klagenfurt

5. Openair Literatur Festival Zürich