Startseite

  • Locandina

  • Giornale

  • Consiglio di lettura

  • Nuove pubblicazioni

  • Attualità

  • Festivals

Contribuire

Vorrebbe che il Suo sito appaia nell’indice di ricerca?

E autore/autrice o editore/editrice o ha un progetto di libro o di pubblicazione?

LiteraturSchweiz

Impostazioni

Locandina

19-01-2017
Lesung und Meditation mit dem Buch «Seelenspur - …
Eva Otth
Atelier Foto-Gedanken
Stierva

Locandina

19-01-2017
Ein (W)Ort für die Lyrik
Rudolf Bussmann, Zsuzsanna Gahse
Kulturhaus Odeon Brugg
Brugg

Locandina

19-01-2017
Die Akte Zilli Reichmann. Zur Geschichte der Sinti…
Heiko Haumann
Literaturhaus Basel, Barfüssergasse
Basel

Locandina

19-01-2017
Im Dialog: Jaroslav Rudiš - Meral Kureyshi
Jaroslav Rudiš, Meral Kureyshi
Aargauer Literaturhaus Lenzburg
Lenzburg

Giornale

Bookfinder: LitteratureSuisse rend hommage à la journée mondiale du livre 2016 en proposant un service bien particulier: le chercheur de livres. En cliquant six fois seulement, vous indiquez vos préférences, et le chercheur de livres trouvera le livre suisse qui vous convient. Vous pouvez consulter le chercheur de livres pour vous-même, ou pour des amis ou connaissances à qui vous souhaitez offrir un livre. Pour acheter les livres qui vous seront recommandés, vous pourrez vous rendre à la librairie de votre choix ou les commander directement en ligne, auprès de fournisseurs externes.  

Giornale

Wärmespender 1: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 3

Giornale

Phantasie-Erreger: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 2

Giornale

Bücher versenken: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 1

Giornale

Definition 1922: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 52

Giornale

Lesegenuss, betäubend: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 51

Giornale

Der Büchernarr als Kippfigur : Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 50

Consiglio di lettura

Jonas Lüscher, Frühling der Barbaren: Preisig, un padrone di fabbrica svizzero, sulla cinquantina e un po’ letargico, è in viaggio d’affari in un lussuoso albergo di un’oasi tunisina, il "Thousand and One Night Resort". Lì, diventa testimone degli abbondanti preparativi di nozze: una coppia di giovani ricchi inglesi, della finanza londinese, ha riunito amici e parenti per una grande cerimonia e festeggiamenti sfrenati. «Giovani, fine venti e inizio trenta. Rumorosi e sicuri di sé. Snelli e palestrati.»

Consiglio di lettura

Frédéric Pajak, Manifeste incertain 3: Testo e disegno si completano a vicenda in questo libro animato da una cupa poesia, terzo volume di una collana che ne conterà nove in tutto. In una traversata al contempo documentaria e soggettiva della Storia, il racconto ambientato nel 1939 e 1940 intesse la meditazione autobiografica di un autore cresciuto negli anni del boom economico e l’evocazione dei destini opposti di due figure storiche complesse come il filosofo ebreo tedesco Walter Benjamin e il poeta americano fascista Ezra Pound. (Giuria federale della letteratura)

Consiglio di lettura

Jérôme Meizoz, Père et passe: «E poi d’un tratto, viaggiavamo serenamente attraverso la campagna, ho percepito per la prima volta che Padre era mortale.» Da allora «tutto è cambiato». Sconvolto, Jérôme Meizoz inizia a prender nota, mescolando ricordi, sogni e aneddoti, così da «conservare qualcosa di lui, prima che venga gettato, dalla natura, nei rifiuti siderali». Questi frammenti strutturano Père et passe (Padre e passa), dandogli una forma aperta che accoglie i silenzi, lascia vibrare le reminiscenze. La scrittura è qui legata alla scomparsa, inoltre vuol essere come una forma di congiura: si tratta di far mentire la superstizione per la quale fino a quando l’autore scrive il padre rimarrà in vita. È con un sospiro di sollievo che egli conclude il libro: «Non è successo niente.»E invece qualcosa è accaduto. Nel preparargli questa «stanza di carta» e accompagnarlo così verso gli ultimi istanti della vita, offre al padre una dichiarazione d’amore pudica e poetica. La sua prosa sovrappone lontani echi di sensazioni infantili allo sguardo adulto sul padre che invecchia, su colui che visse tra militanza e lavoro quotidiano. Con tenerezza osserva i gesti, le stanchezze e le fierezze di un uomo semplice che non ha imparato a esprimere i sentimenti – non sono cose che si fanno, nel piccolo paese vallesano «attaccato alla montagna come un’acquasantiera» –. Jérôme Meizoz conferma qui il suo talento per la forma breve, ellittica. Nel suo tentativo di domare la fine la sua scarna scrittura distilla una miriade di emozioni per conservarne l’essenza, parlando così a tutti i padri e a tutti i figli.(Anne Pitteloud, trad. Roberta Deambrosi)

Nuove pubblicazioni

Kathy Zarnegin: Chaya. Roman. Weissbooks.

Nuove pubblicazioni

Kathy Zarnegin: Chaya. Roman. weissbooks.w.

Attualità

lit21: Lukas Bärfuss

lit21: Die wilde Meute

lit21: Rezension: Hool | Philipp Winkler

Boersenblatt News: Deutschlands schönste Buchhandlungen: Paradiese für Leseratten

NB/BN Actuel RSS: Accesso a più di 2 milioni di articoli di riviste scientifiche

Festivals

Litprom Literaturtage 2017

Lyrikfestival Basel

Bieler Gespräche