Startseite

  • Locandina

  • Giornale

  • Consiglio di lettura

  • Nuove pubblicazioni

  • Attualità

  • Festivals

Contribuire

Vorrebbe che il Suo sito appaia nell’indice di ricerca?

E autore/autrice o editore/editrice o ha un progetto di libro o di pubblicazione?

LiteraturSchweiz

Impostazioni

Locandina

16.00
Programme de soutien à la relève littéraire romand…
Fondation pour l'Ecrit - Salon du livre et de la p…
Palexpo
Le Grand-Saconnex

Locandina

16.30
Poésie et médecine
Yves Namur, Julie Delaloye, Emmanuel Venet
Bibliothèque cantonale et universitaire Fribourg / Kantons- und Universitätsbibliothek Freiburg
Fribourg

Locandina

17.00
Insekten im Wald
Beat Wermelinger
Haupt Buchhandlung
Bern

Locandina

17.00
Lesung «Schritte Wege Eindrücke»
Claudia Adrario, Irena Brezna, Ueli Mäder, Jupp Sa…
Buchhandlung Narrenschiff
Basel

Giornale

Bookfinder: LitteratureSuisse rend hommage à la journée mondiale du livre 2016 en proposant un service bien particulier: le chercheur de livres. En cliquant six fois seulement, vous indiquez vos préférences, et le chercheur de livres trouvera le livre suisse qui vous convient. Vous pouvez consulter le chercheur de livres pour vous-même, ou pour des amis ou connaissances à qui vous souhaitez offrir un livre. Pour acheter les livres qui vous seront recommandés, vous pourrez vous rendre à la librairie de votre choix ou les commander directement en ligne, auprès de fournisseurs externes.  

Giornale

The Comstock Law: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 11

Giornale

Affaire ‘L’Hebdo’ : vous avez dit pluralité ?: Affaire ‘L’Hebdo’ : vous avez dit pluralité ?

Giornale

«Verbrennt mich!»: Die bibliophile Notiz für Kalenderwoche 10

Giornale

Mitteilungen: Bewerbungsfristen für Double-Literaturplattform

Giornale

«La Nuit de la nouvelle» de Jean-Pierre Rochat: Critique par viceversalittérature

Giornale

«Atlas Hotel» von Bruno Pellegrino: Rezensionshinweis viceversaliteratur

Consiglio di lettura

Fabiano Alborghetti, Registro dei fragili. 43 canti: Un fatto di cronaca straziante è all’origine di questa raccolta straordinaria: una madre uccide il proprio bambino, la sua foto sul giornale mostra una donna bionda dall’aria provocante, prigioniera del suo sogno di giovinezza e successo. Il poeta si fa allora cronista, indaga il reale con le sue stratificazioni e i suoi doppifondi; nel libro precedente («L’opposta riva», 2006) si era immerso nel mondo degli immigrati, per il «Registro dei fragili» pedina il reale dei supermarket, delle palestre e delle illusioni multicolori, in una società imputridita dalla televisione. Per dar forma poetica a questo imbarazzante e lancinante regno della volgarità, Fabiano Alborghetti (*1970) sceglie movenze metriche sorvegliatissime: anse di ottonari variamente concatenati (che ricordano le filastrocche infantili), con impennate stilistiche verso il registro alto e scossoni verso il basso, nel linguaggio vieto della vacuità contemporanea, cadenzato da rime interne e da allitterazioni contundenti: «era quello il suo lavoro era quello il suo mestiere / esser corpo da vedere, esser forma da tivù». (Pierre Lepori)

Consiglio di lettura

Pierre Chappuis, Eboulis et autres poèmes: «Nessun grido tranne quello, soffocato, della nebbia». Il lettore, a seconda del proprio umore, accederà all’universo di « Eboulis et autres poèmes » [Ghiaioni e altre poesie] portando con sé l’angoscia profusa dalla fragilità dell’esistenza che s’incrina alla minima apparizione – e dunque schegge di paesaggi o di coscienza, ma anche una gioia esile e minacciata. Trasportata dalla luce originata da continui mutamenti che ci sballottano tra ombre e fulgori di ogni sorta, la nebbia – mentre cala, si alza o si dirada – attutisce gli shock. Tutto è leggero. La scrittura di Pierre Chappuis è caratterizzata da rotture e riprese, collisioni e dissolvenze. I versi si frammentano, malgrado aspirino a un respiro più ampio; ampio poiché le parole evocano immensi paesaggi intravisti, sensazioni che il poeta non vuole lasciare ignorate. Gli enunciati del poema scorrono in una specie di continuità fluida, perfino nello sgretolamento o nella scomposizione e ricomposizione di elementi disparati. Nulla è incoerente nel disordine che inventa il mondo. Le poesie, straziate fra un’adesione attonita e ardente alla vita e un’impellente inquietudine, modellano l’abito lacerato del mondo in una lingua «smantellata» eppure attraversata da una vena di «meraviglioso» che sparisce e riappare come l’acqua zampillante di una sorgente viva, la cui evocazione ricorre spesso e scandisce l’avventura. (Françoise Delorme; traduzione italiana di Paola Gilardi)

Consiglio di lettura

Tim Krohn, Aus dem Leben einer Matratze bester Machart: Quando nel 1935 Immanuel Wassermann, un fabbricante di colori ebreo proveniente da Berlino incontra a Locarno la giovane e bella siciliana Gioia, i due s’innamorano perdutamente. È un colpo di fulmine che li porta all’altare già il giorno successivo. Wassermann comprerà dall’albergatore il materasso fresco di fabbrica su cui trascorrono la prima notte di nozze, non solo perché il materasso è di ottima qualità, anche se indubbiamente lo è, ma, soprattutto per fare un piacere a Gioia, dato che sul materasso si riconosce una macchiolina di sangue che non si lascia lavar via.

Nuove pubblicazioni

Andreas Schwab: Anderberg. Offizin Verlag.

Nuove pubblicazioni

Hablützel Christian: Huplö lala düsel Fnurz . Lachdichgesund GmbH.

Attualità

Boersenblatt News: Start-up-Accelerator CONTENTshift: Fördermittel für Content-Start-ups

Boersenblatt News: Ausbildung in der Buchbranche: Holschuld oder Bringschuld?

Boersenblatt News: Ausbildungszahlen für den Buchhandel: Weniger Jungbuchhändlerinnen in Deutschland

lit21: So einfach ist es nicht

lit21: Berlin Calling − Reifeprüfung in Westberlin

Festivals

St. Galler Literaturtage Wortlaut